Terza repubblica

Come abbiamo osservato in precedenza, anche nei suoi periodi più bui, la Dc – da sempre riconosciuta come un partito di correnti – non era arrivata a contarne più di una dozzina. E si tratta comunque di raggruppamenti con una precisa identità ideologica e, in molti casi, un pedigree culturale di tutto rispetto. Basta rileggere oggi il testo cult di Gianni Baget Bozzo sulla Dc delle origini per verificare l’abisso che separa le visioni del mondo a fondamento delle antiche correnti con le visioni – al più – del proprio ombelico su cui si basano quelle attuali. Lo stesso Pci aveva conosciuto forme di articolazione interna: ma tali forme avevano riguardato veri e propri cleavages nella storia del movimento operaio, che facevano capo a personalità – come Giorgio Amendola e Pietro Ingrao – che hanno fatto la storia della nostra Repubblica. In questa luce, la definizione stessa di corrente appare inappropriata per le aggregazioni attuali che hanno, come tratto distintivo e portante, non un orizzonte culturale ma una logica micropersonale.
 
 
Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...