Silvio, i gay e la sinistra degli elettori moderati

Quello che mi fa ridere di tutta questa faccenda è che per anni la «sinistra» ha tentennato, ha avuto timore, non ha mai detto parole chiare sui diritti civili per non far paura a quelli là, ai famigerati ‘elettori moderati’ che non abbiamo mai veramente capito chi fossero. E intanto arretravamo nei consensi e non si acquistava credibilità nemmeno nel campo del progresso civile. E poi c’era Berlusconi che faceva piazza pulita tra Family Day e derivati. Quello stesso Berlusconi che, oggi, con la nonchalance propria di uno a cui di fondo non gliene è mai fregato niente e di chi ha in dote la più memorabile delle facce da culo che la storia mondiale ricordi, dice che invece vanno bene non solo i matrimoni gay, ma anche lo ius soli. Così, dimenticando di colpo anche la Bossi-Fini, che tanto erano suoi alleati, erano colpe loro. In fondo è giusto così. Nel mentre, noi abbiamo preso il funambolico 40.8%. Eppure le posizioni chiare sui progressi civili tardano ad arrivare… Forse perché abbiamo effettivamente preso in dote tutti i voti moderati. E si sa che quelli hanno paura.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...