Racconta una storia. Racconta il controllo.

Dai grandi miti del passato al romanzo moderno, la funzione dei racconti è sempre stata quella di esplorare le condizioni di un’esperienza possibile -, di inventare come diceva Deleuze un «popolo che manca». I nuovi racconti che lo storytelling ci propone, evidentemente, non esplorano le condizioni di un’esperienza possibile, ma le modalità del suo asservimento. Le innumerevoli stories create dalla macchina della propaganda sono protocolli di ammaestramento, di addomesticazione, che mirano a prendere il controllo delle pratiche e ad appropriarsi dei saperi e dei desideri degli invidui. Sotto l’immensa accumulazione di racconti prodotti dalle società moderne, viene alla luce un “Nuovo Ordine Narrativo” che pressione alla formattazione dei desideri e alla propagazione delle emozioni, per mezzo della loro messa in narrazione, indicizzazione e archiviazione, diffusione e standardizzazione, strumentalizzazione attraverso tutte le modalità di controllo.
(Christian Salmon, Storytelling, Fazi 2008, p. 169)
Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...