Sicuri che #1992LaSerie faccia così schifo?

Dopo aver letto tutto quello che ho letto su ‪1992. LaSerie, lo ammetto, mi aspettavo di trovare davvero Gli occhi del cuore. E invece non ho ancora ben capito come mai questi primi due episodi vi abbiano fatto schifo. L’unica cosa che posso dire a sua colpa è una sciatteria evitabile e abbastanza fastidiosa in ben due momenti ([SPOILER] l’arrivo a Malpensa 2000 e il Palazzo della Regione nuovo durante una panoramica aerea [/SPOILER]). Ma al di là di tutto drammaturgicamente regge. La sotto-trama più ‘debole’ – il poliziotto assetato di vendetta – è però quella con l’attore migliore (Domenico Diele). Stefano Accorsi, nel ruolo del pubblicitario Leonardo Notte, funziona perché è proprio quella roba lì che fa quella roba lì (e adesso lo dico: smettiamola con questo mito dell’espressività, che è una stortura tutta nostra). La serie non ha, per ora, una scrittura geniale ma ha grandissimo ritmo, è coinvolgente, e orchestra molto bene le scene madri. E poi ha un uso della musica molto efficace. A Boosta puoi dire quello che vuoi (e io non posso certo dire di essere il suo più grande fan) ma non che non sappia cosa vuol dire mettere assieme una musica ad effetto e funzionale. E poi, diciamocelo, una serie che alla seconda puntata spara durante la sequenza chiave Taillights Fade dei Buffalo Tom (che se non conoscete vi invito a recuperare perché sono fantastici) non può non incontrare il mio favore.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...