Tsipras, Varoufakis e il rock’n’roll

Dalla manifestazione per il "No" in piazza Syntagma ad Atene, 3 luglio 2015. Foto di Alexia Tsagkari (fonte: Vice Italia).

Dalla manifestazione per il “No” in piazza Syntagma ad Atene, 3 luglio 2015. Foto di Alexia Tsagkari (fonte: Vice Italia).

La si può mettere un po’ come la si vuole. Però un fatto resta incontestabile. I movimenti di piazza. Le foto del popolo di piazza Syntagma che vive con partecipazione e trasporto collettivo un appuntamento con la Storia, con tatuaggi ‘oxi’ sulle braccia, vivendo sulla propria pelle il voto del referendum. Varoufakis che si dimette. La sua frase «Porterò con orgoglio il disprezzo dei creditori» e l’immagine di lui in t-shirt, come se per portare questo disprezzo non ci fosse bisogno di giacca e cravatta. Alexis Tsipras in maniche di camicia che si oppone al potere costituito. È un sistema simbolico che ci dice come Syriza abbia dimostrato ieri per la prima volta da anni che la politica può effettivamente essere rock’n’roll. Che poi alla fine non importa che «I fought the law and the law won». Perché per la prima volta da anni qualcuno ha detto «avrei preferenza di no». Per la prima volta dopo anni, qualcuno ha cercato di rovesciare l’esistente. «[They] love you. Yeah yeah yeah».

Annunci

2 pensieri su “Tsipras, Varoufakis e il rock’n’roll

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...