Feel the Bern?

Va bene, siamo agli inizi. Va bene, sono due stati con pochi voti e con una conformazione dell’elettorato ben preciso. Va bene, la corsa è molto lunga e vedremo come andrà. Va bene, non succede ma se succede. Però vogliamo dirlo che la vittoria di Bernie Sanders alle primarie del New Hampshire – per oltre 20 punti, eh: non è un risultato casuale – rappresenta un significativo game change? Ora bisogna vedere cosa succederà negli altri stati (il New Hampshire è uno stato essenzialmente bianco e di sinistra: praticamente lo stato dei lettori di Repubblica), ma questo risultato suggerisce che certe tematiche – il lavoro e il ruolo della grande finanza, il welfare, il debito studentesco, i diritti civili e individuali – sono diventate sempre più importanti nell’agenda democratica. Si parlerà ancora meglio e in modo ancora più radicale di disuguaglianze, ci si concentrerà ancora di più sulle contraddizioni del sistema dopo la crisi economica del 2007. Si parlerà di ambiente e di futuro e costringe anche una moderata come Hillary Clinton a spostarsi a sinistra. Poi, certo, andrà come andrà e guardiamo anche cosa succede nella casa dei pazzi repubblicani, ma adesso il tavolo è cambiato. A me sembra una grandissima vittoria culturale e politica.

pubblicato su Facebook

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...