Cosa può fare il Pd? Una proposta

ero-straniero-578614.660x368

L’anno scorso i Radicali portarono avanti la campagna “Ero Straniero” per superare la Bossi-Fini e le attuali normative in materia di immigrazione. Credo che si possa ripartire da qui. Maurizio Martina (che in questo momento è il segretario reggente del Pd e si sta muovendo molto bene al di là di tutto) e Graziano Delrio (che sull’argomento è sempre stato dalla parte giusta) dovrebbero prendere le distanze una volta per tutte sia dalla recente gestione dell’Interno di Marco Minniti, sia dalle sparate alla “aiutiamoli a casa loro” di Matteo Renzi dando così un segnale di forte discontinuità. Dovrebbero farlo e dopo, solo dopo, proporre una grande campagna di mobilitazione umana e sociale permanente nel paese per costruire un forme movimento di opinione che abbia due proposte semplici ma fondamentali:

1. Il superamento del reato di immigrazione clandestina (per risolvere le questioni bisogna farlo alla radice);
2. Una riforma in senso ampio e aperto della cittadinanza. Per dirla con Javier Cercas: «E pluribus unum; cioè: da molti paesi, lingue, culture, tradizioni e storie, un solo stato».

Una mobilitazione, però, senza cappelli e senza bandiere. Con promotori e non con intestatari. O meglio, accogliendo tutte le bandiere di chi ci sta. Politiche, associative, culturali. Non del Pd ma “del paese”. Perché dovrebbe farlo il Partito Democratico? Per dimostrare di aver compreso gli errori del passato – un passato che arriva da lontano, tra l’altro, anche se gli ultimi anni hanno visto un peggioramento che ha portato moltissime persone a non votarlo più – sia per aprirsi al dialogo con quelle forze della società che ha lasciato colpevolmente perdere e per mettersi a disposizione (con umiltà partecipativa, non con arroganza dirigista) di una nuova piattaforma prima di tutto civica che possa autenticamente partire dai temi e da proposte nuove, che creino davvero cultura, integrazione e partecipazione. I leader lasciamoli perdere. I calcoli elettorali mettiamoli in cantina per qualche anno. Preoccupiamoci del lungo termine. Preoccupiamoci per un attimo del mondo in cui vogliamo vivere.

(su FB)

Annunci